iOS 15.2 Beta 1: alla scoperta del sistema operativo

0
183
iOS 15.2

iOS 15.2 Beta 1 è stato appena rilasciato dalla Apple. La casa di Cupertino ha sorpreso i propri fan con questo nuovo sistema operativo. Naturalmente, alcuni dettagli sono tutti da scoprire. Come si può intuire, la versione Beta è una versione di prova e verrà migliorata nei prossimi mesi. Ciò non toglie però, che centinaia di utenti hanno deciso di esplorarla da cima a fondo. Ecco quali sono le funzionalità di questo sistema operativo.

iOS 15.2 Beta 1: le novità più evidenti

Come prima cosa, occorre approfondire quelle che sono le novità più evidenti presenti in questo sistema operativo. Ebbene, andando in Impostazioni, sarà possibile visionare l’opzione chiamata Rapporto sulla privacy dell’app. Questo farà chiarezza in merito all’utilizzo dei dati da parte di un’applicazione di terze parti che viene scaricata sul proprio dispositivo Apple. In questo modo, gli utenti potranno decidere se tenere l’app installata oppure rimuoverla immediatamente.

Inoltre, è presente anche la funzione Registra attività dell’app. Con questa opzione, il dispositivo Apple terrà traccia dell’applicazione che si vuole monitorare, registrando l’utilizzo dei dati, l’accesso a internet, la condivisione della posizione del dispositivo e molto altro ancora. In poche parole, con quest’aggiornamento saranno gli utenti a tenere sotto controllo le applicazioni, non il contrario!

Infine, con iOS 15.2 versione Beta 1, l’azienda di Cupertino dona la possibilità di effettuare chiamate SOS in modo rapido. Basterà impostare precedentemente il numero da chiamare e tenere premuto il tasto laterale per 8 secondi prima di far partire la chiamata automatica. Un ottimo sistema, che aumenta la sicurezza degli utenti Apple.

Come scaricare questo nuovo sistema operativo?

Per il momento, il download del nuovo sistema operativo è disponibile solo per gli sviluppatori. Dunque, se non si partecipa ad un programma Apple, non si potrà provare questo sistema.

Ad ogni modo, sicuramente questa versione sarà disponibile nei prossimi mesi, proprio come una delle funzioni Apple più attese. Non resta che attendere gli aggiornamenti della “mela”!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui