Home Tecnologia Il coronavirus corre sul web, più di 65.000 siti e app infette...

Il coronavirus corre sul web, più di 65.000 siti e app infette minacciano smartphone e computer

L’emergenza coronavirus non è soltanto di tipo sanitario ma viaggia anche in rete. Si stanno moltiplicando infatti gli attacchi informatici in questi giorni. Malfattori stanno approfittando della paura del contagio del covid-19 per rubare le informazioni personali e aziendali, i dati sensibili, e arrivare a compromettere e portare via l’identità digitale delle persone e il loro denaro.

A sostenerlo è stata la società di analisi Proofpoint che spiega come hacker stanno realizzando accurate campagne malevoli mirate al settore sanitario, manifatturiero e farmaceutico e a servizi sanitari pubblici. Molto attive sono le attività di phishing per il furto di credenziali, invio di allegati e link pericolosi, attacchi di business email compromise, utilizzo di landing page fittizie, downloader, messaggi spam e malware, e tutti utilizzano il coronavirus come “esca” per gli utenti.

Gli hacker approfittando della paura che c’è tra le persone e con la scusa del coronavirus tentano di convincerli ad aprire un allegato o a cliccare un link e installare così malware in grado di rubare tutti i dati personali.

Tra gli attacchi malware c’è da segnalare quello chiamato Redline Stealer, che invita gli utenti a supportare la ricerca di una cura per il coronavirus con email indirizzate a genitori e tutori che iniettano il malware nei Pc di chi clicca sugli allegati; email mirate alle aziende sanitarie che offrono cure in cambio di bitcoin e infine false guide contenenti indicazioni di protezione per famiglia e amici che invitano ad aprire dei link pericolosi.

La maggior parte dei messaggi tenta di rubare le credenziali utilizzando pagine di destinazione fittizie come Gmail o Office 365 e richiede agli utenti di inserire i propri dati di accesso.

L’invito ovviamente è quando si riceve una mail con tema coronavirus di leggere sempre bene il mittente della posta elettronica. Se è scritta in un italiano stentato e l’indirizzo è strano, il consiglio è cestinarla immediatamente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Il coronavirus corre sul web, più di 65.000 siti e app infette minacciano smartphone e computer

L'emergenza coronavirus non è soltanto di tipo sanitario ma viaggia anche in rete. Si stanno moltiplicando infatti gli attacchi informatici in questi...

Coronavirus, P.Iva: come richiedere il bonus di 600 euro

Il decreto cura-italia ha introdotto anche un indennità di sostegno a favore dei liberi professionisti e titolari di PIVA le cui attività...

Coronavirus, oggi il Cdm: nella bozza del decreto multe fino a 4.000 euro

E' in corso in queste ore un consiglio dei ministri in cui dovrebbe essere approvato un nuovo decreto legge che prevederà sanzioni...

Redmi K30 Pro ufficiale: caratteristiche e prezzo

Xiaomi ha ufficialmente lanciato sul mercato in Cina due nuovi smartphone Redmi top di gamma: il Redmi K30 Pro 5G e il K30 Pro 5G...

Recent Comments