Green Pass: rubate le chiavi per generare i certificati

0
211
Green Pass

Allarme Green Pass! In tutt’Europa è scattato il codice rosso per il certificato verde. Difatti, sembra proprio che un gruppo di malintenzionati sia riuscito ad hackerare il sistema dell’Unione Europea, ottenendo le chiavi per generare i documenti. Ma cosa significa questo e quali possono essere le conseguenze? Ecco tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

Green Pass: come è stato scoperto il furto delle chiavi?

Il furto delle chiavi per generare il certificato verde è avvenuto in modo bizzarro e stravagante. Difatti, sul social network Twitter, è stato pubblicato un pass intestato al defunto dittatore Adolf Hitler.

A quanto pare, centinaia di persone hanno scansionato il codice QR per vedere se questo pass era valido. Il risultato è stato sorprendente. Qualsiasi verificatore riconosceva come reale il green pass fake. A quel punto, le autorità sono state allertate e hanno capito che c’era stato un furto digitale nella banca dati del sistema.

Tuttavia, i GP ad essere stati rubati sembrano essere generati grazie a delle chiavi provenienti dai database di Francia e Polonia. Ad ogni modo, queste certificazioni verdi hanno valenza in tutta Europa e gli organi competenti si stanno mobilitando per fermare i malintenzionati che hanno compiuto questo gesto.

Quali possono essere le conseguenze?

Questo fatto potrebbe portare a numerose conseguenze. Difatti, i cyber-criminali potrebbero creare un vero e proprio mercato nero di green pass funzionanti e validi in tutto il continente. Qualcuno su Telegram aveva già provato a fare una cosa del genere, ma le certificazioni si erano dimostrate fasulle e le autorità italiane avevano fatto chiudere i canali incrimanti del servizio di messaggistica.

Con il lancio di certificazioni false che sembrano valide, la sicurezza in tutti i luoghi pubblici viene messa a rischio. Anzi, si può addirittura discutere sul valore di questo documento, che potrebbe arrivare ad essere inutile.

Non resta far altro che aspettare come si muoveranno le autorità, cercando di tenere sempre alta la guardia contro virus e batteri con ogni mezzo a propria disposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui