Bonus Vacanze 500 euro: ISEE, app e identità digitale [Ultime notizie 1 giugno]

0
476
bonus vacanza 2020

Si è spesso parlato del Bonus Vacanze fino ad un massimo di 500 euro che aiuterà le famiglie, e di conseguenza anche le aziende turistiche, dopo la crisi sanitaria dovuta al coronavirus che sta colpendo l’economia.

Un settore che ha perso oltre 7 miliardi dal mese di marzo scorso e che potrebbe rivedere la luce dal prossimo 3 giugno quando sarà nuovamente permesso, contagi permettendo, viaggiare tra le regioni italiane. Il Decreto Rilancio sta provando in tutti i modi di attenuare le perdite e riprendere il turismo italiano.

Ovviamente la proposta di un bonus vacanze è sicuramente positiva in quanto aiuterà e spronerà gli italiani a viaggiare per aiutare il settore turistico, un settore chiave per l’economia italiana. Ma vediamo di cosa si tratta questo bonus e come fare per ottenerlo.

Bonus vacanza 500: i requisiti per ottenerlo

Il requisito di accesso al bonus vacanze 2020 è un ISEE che non supera i 40.000€, una rettifica rispetto alla precedente soglia di 35.000 euro. Il bonus ha un funzionamento semplice, secondo quanto spiegato dal Ministro Dario Franceschini: “La misura del governo prevede un contributo di massimo 500€ per sostenere le spese in vacanza sul territorio italiano, quindi comprende alberghi, campeggi, b&b e villaggi turistici.”

Possono beneficiare del bonus vacanze 2020 coloro che compiono il requisito di avere un ISEE minore a 40.000 euro, l’importo sarà così distribuito:

  • 500 euro per le famiglie con 3 o più soggetti;
  • 300 euro: per le famiglie di due persone;
  • 150 euro: per le famiglie di una sola persona.

Questo bonus sarà possibile spenderlo a partire dal 1 luglio 2020 fino al 31 dicembre di quest’anno. L’utilizzo sarà dell’80% dell’importo che si deve all’hotel, mentre il 20% del bonus sarà una detrazione dell’imposta del reddito.

Bonus vacanze 2020: come funziona e requisiti ISEE

Il bonus vacanze, come detto, serve per acquistare dei pacchetti per fare una vacanza sul territorio italiano, può essere utilizzato da uno solo dei componenti di un nucleo familiare e può essere speso in un’unica soluzione. 

Il tutto ovviamente dovrà essere documentato con una fattura di una struttura turistica altrimenti non si avrà diritto al bonus.

L’importo, che varia a seconda del nucleo familiare di appartenenza, è disponibile per le famiglie che hanno un ISEE che non supera la soglia di 40.000 euro, soglia introdotta dal 1° giugno.

Richiesta del Bonus Vacanze 2020:come fare?

Nel caso in cui vogliate richiedere dovrete aspettare ancora qualche giorno in quanto ancora oggi non è ben chiaro come si avrà il voucher, sicuramente si tratterà di un codice sconto digitale che sarà spendibile presso le strutture turistiche italiane.

Non ci resta che attendere le nuove istruzioni che troverete su informatoresannita.it appena disponibili.

Il bonus vacanze aiuterà il settore turistico

Questo bonus pensato dal Governo è una manovra che potrebbe dare una boccata d’aria al settore turistico che ha una perdita, dallo scorso marzo, di oltre 7,4 miliardi di euro e potrebbe crescere senza sosta.

Attualmente le previsioni future non sono positive, attualmente il turismo in Italia genera ingressi per oltre 200 miliardi di uero e la sosta per il Covid-19 di sicuro non ha fatto bene all’economia italiana.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui