Bankitalia: difficoltà con le rate del mutuo per gli italiani, almeno il 38%

0
382
sospensione rata covid

Durante il mese di aprile chi possiede un mutuo si è trovato in difficoltà per pagare la rata a causa della pandemia del Covid-19, un dato che emerge dalla Banca d’Italia ed è riportata all’interno di quella che è la relazione annuale di palazzo Koch.

Un dato che sicuramente fa pensare quanto la crisi sanitaria abbia influito sulla vita degli italiani.

Il 38% non riesce a pagare il mutuo

La percentuale, che è più elevata per i lavoratori a partita iva e autonomi, ma colpisce anche ristoratori e impiegati del commercio in generale. Tuttavia la sospensione della rata pensato durante il decreto salva Italia ha aiutato, e non poco, queste famiglie.

Le indagini sulla difficoltà sono state realizzate su 3000 soggetti a campione, un risultato che evidenzia la crisi economica che si potrebbe avere nei prossimi mesi. Secondo lo studio pare che sono solamente il 38% le famiglie che sono riuscite a risparmiare per cibo, rate, riscaldamento e igiene per sostenere spese per circa 3 mesi.

Con l’effetto della pandemia molti lavoratori autonomi hanno visto dimezzare i propri ingressi di oltre il 50%, in alcuni casi anche del 100% dovuto al lockdown. Solamente un terzo del totale riuscirebbero a sostenere costi nonostante la crisi fino alla fine del 2020.

La Banca d’Italia, ricorda, che per far fronte alla crisi dell’emergenza Covid chi ha un mutuo da pagare è stato rinforzato il Fondo Gasparrini e possono usufruire le famiglie per sospendere la rata del mutuo.

Secondo Banca d’Italia, inoltre per una parte delle famiglie è anche possibile attivare le clausole previste dai contratti di mutuo e prestito per poter bloccare/sospendere o allungarne la durata.

Fondo Gasparrini: cos’è?

Il Fondo Gasparrini è un fondo a cui possono attingere le famiglie indebitate che si ritrovano, momentaneamente, a non poter pagare le rate del mutuo e quindi non riescono a rispettare le scadenze per via della crisi del coronavirus.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui